giovedì 14 luglio 2011

La fine di un modello di sviluppo

WE'LL BECOME OIL trailer from nervegascloud on Vimeo.



La fine di un modello di sviluppo è alle porte. L’occidente mette in campo gli ultimi giochi di prestigio prima del collasso. La crescita perenne è una contraddizione in termini, il tramonto imminente, le risorse in via d’esaurimento, la popolazione mondiale in crescita. Il futuro è nella terra, nella capacità di saperla far fruttare, dando pane e acqua e non altre sciocchezze. Un direttore di banca è bene che impari a coltivare un orto. Gli ipermercati sono destinati a diventare rovine orrende di un’epoca stolta, il naufragio della grande distribuzione è già in atto, lo sgretolarsi della finanza cronaca quotidiana. Possiamo forse negare di essere fondati sul superfluo? L'edificio non può che crollare.


" Il giorno che il colossale volume del denaro in circolazione, o una parte consistente di esso, si presenterà all'incasso per essere convertito in beni, servizi e lavoro che non rappresenta più da tempo, forse da sempre, il sistema crollerà. Ciò avverrà quando venute alla fine meno le condizioni per il suo mantenimento sarà caduta l'illusione che il denaro sia un valore, invece di simularlo.".

Massimo Fini, Il denaro sterco del demonio, 1998 Venezia.

Nessun commento: